La mangiatoia smart che riconosce gli uccelli

Lo fa attraverso grazie a foto, video e canto. Capace di individuare oltre 1000 specie, su Kickstarter ha raccolto quasi 2 milioni di euro

Al primo impatto può sembrare di trovarsi di fronte a un campanello smart, poi invece guardando il concime contenuto all’interno ci si accorge della realtà, cioè di una mangiatoia per uccelli particolarmente avanzata, non solo per la fotocamera integrata. Il progetto nato in Slovenia mira, infatti, a identificare tutti i pennuti che fanno sosta sulla tua personale Bird Buddy piazzata sul balcone, fotografandoli e organizzando le immagini ottenute in una collezione da vedere sull’app collegata. L’obiettivo da 5 megapixel e l’intelligenza artificiale del sistema promettono di riconoscere oltre 1.000 specie di uccelli, con video a 720p e campo visivo di 120 gradi a facilitare l’individuazione.

Per ricevere le notifiche in tempo reale all’arrivo di volatili basta collegare la camera alla rete wi-fi domestica, mentre l’insieme degli scatti e delle clip forniscono dati alla piattaforma open-source che punta ad aiutare gli studiosi nell’analisi delle migrazioni degli uccelli. Ma per partecipare alla formazione dell’elenco bisogna condividere la propria posizione. Qualora le immagini o i video non dovessero consentire di comprendere i pennuti attirati dalla mangiatoia, c’è anche l’opzione canto, con il microfono della fotocamera e l’AI in grado che lavorano in simbiosi per scoprirne l’identità.

A più di tre settimane dal termine della campagna di crowdfunding, Bird Buddy ha convinto più di 11.400 persone raccogliendo al momento quasi 2 milioni di euro. Per assicurarsi un’unità servono 150 euro, con spese di spedizione per l’Italia incluse e prime consegne in programma dal settembre 2021.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Latest posts