Il ritorno della Lada Niva, iconica 4×4 russa

Si chiama Travel l’erede spirituale del mitico fuoristrada a tre porte prodotto dalla fine degli anni ’70

Lada Niva-Travel

La mitica Lada Niva, 4×4 prodotta dalla casa automobilistica russa Avtovaz Lada negli stabilimenti di Togliatti (Russia) dal 5 aprile 1977, è stata particolarmente apprezzata per via della sua robustezza, tanto che attualmente, a diversi anni di distanza dalla sua uscita, ne circolano ancora 650mila. A distanza di tanti anni quella “mitica” auto ha finalmente una degna erede: la Lada Niva Travel.

In realtà non si tratta di un modello completamente inedito poiché è basato sul progetto tecnico della Chevrolet Niva del ’98, rilevato nel 2020 dalla GM e poi aggiornato nel corso degli anni dalla stessa azienda russa che aveva rinominato il modello come Lada Niva II (in origine la GM e la Avtovaz Lada avevano una joint venture, poi sciolta).

La nuova Lada Niva Travel, lunga 405 cm, va quindi a sostituire proprio quest’ultima. Gli stilisti hanno lavorato molto per donare alla vettura un aspetto più moderno, ed effettivamente il nuovo modello della casa russa nelle forme ricorda molto di più un suv/crossover piuttosto che un fuoristrada.

I sottili fari anteriori e i fanali posteriori, che si estendono in verticale, sono a led, i parafanghi e i paraurti hanno invece un disegno geometrico. Molto particolare la grande mascherina frontale esagonale, che nella forma ricorda quella presente sulla Toyota RAV4.

Saranno due gli allestimenti proposti: city e off-road. Il primo (visibile nella foto in apertura) ha un look più da città con parafanghi in tinta con la carrozzeria. Il secondo (nella foto sopra) è invece votato al fuoristrada più estremo, grazie alle protezioni in plastica grezza che ritroviamo sul paraurti anteriore e sul fascione posteriore, e allo snorkel laterale (dall’inglese “boccaglio”, è la presa d’aria del motore alta per superare i guadi), oltre a gli pneumatici specifici per l’off-road. Su entrambe non manca ovviamente la trazione integrale permanente 4×4.

A spingere Niva Travel troviamo il 1,7 litri con 80 cavalli e 125Nm di coppia di derivazione GM (è la versione aggiornata di quello utilizzato per la prima volta nella Chevy Niva nel 1999), abbinato a un cambio manuale a cinque marce. La produzione è già stata avviata e l’arrivo sul mercato mercato russo è previsto nei prossimi mesi.

Non sono stati diffusi dettagli sul prezzo, ma sicuramente, conoscendo i precedenti della compagnia russa, sarà piuttosto aggressivo.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Latest posts