Le autovetture per bambini che si ispirano ai modelli elettrici

Anche le cosiddette “macchinine” si fanno influenzare dalla tendenza green: ecco i modelli più interessanti

Non è un caso che molti amanti del mondo a quattro ruote si siano avvicinati al settore attraverso i giocattoli. Tra i più apprezzati e desiderati ci sono probabilmente le macchinine. Si tratta di copie delle autovetture destinate ai più grandi per cominciare a guidare, ma soprattutto per divertirsi. Da tempo dotate di motorizzazione a zero emissioni, non sono più però un elemento di transizione verso le automobili “vere” con propulsori endotermici. Infatti, grazie allo sviluppo dell’elettrificazione, per le nuove generazioni l’elettrico rappresenta un modo di viaggiare che può permanere anche dopo aver ottenuto la patente. Ecco alcune delle proposte più interessanti relative a modelli elettrici e ibridi dedicati ai bambini. E chissà, un domani potrebbero comparire “minicolonnine” firmate da operatori energetici o da consorzi, come Enel X e Ionity, per rendere ancora più verosimile l’esperienza di gioco.

“Teslari” già a 36 mesi

L’azienda fondata da Elon Musk vuol far sperimentare il marchio a 360 gradi già a bimbi da 3 a 8 anni. La Model S è munita di una batteria agli ioni di litio da 130 Wh per la versione standard (190 Wh per l’allestimento Premium). La velocità massima è di 10 km/h, ma si può limitare a 5 km/h attraverso un interruttore posto sul cofano. Inoltre, sono presenti retromarcia, fanaleria, clacson, impianto audio e portabagagli anteriore per imparare a conoscere l’automobile al di là del semplice volante. La vettura ha una lunghezza di 132 cm con un peso a vuoto di circa 18 kg. La portata è invece di 37 kg. Non mancano gli accessori tra cui figurano: copriauto, targa personalizzata, finitura dei cerchi e tinta della carrozzeria. Il prezzo di vendita parte da 455 euro.

Fiat 500, icona di e-stile

La versione per bambini, pur avendo la carrozzeria del modello endotermico, offre la propulsione a zero emissioni, analogamente alla Nuova 500 elettrica. Consigliata dai 3 anni in su, ha una lunghezza di 112 cm. La trazione integrale, abbinata a un cambio a due marce (più retro), sfrutta la potenza del motore da 50 W. La batteria al piombo è da 6 V/4,5 Ah (durata 75 minuti) ed è associata a un caricatore (sempre da 6 V). Ci sono inoltre disponibili 3 pile a bottone da 1,5 V. Per quanto riguarda le prestazioni, la casa torinese dichiara che il veicolo può affrontare pendenze del 5%. La velocità massima è di 3,7 km/h in prima marcia. Lo sterzo è meccanico, mentre acceleratore e freno si possono regolare attraverso un pedale con la funzione “tutto in uno”. Sono poi presenti luci, clacson, cinture di sicurezza, ammortizzatori e vano portaoggetti. Disponibile da 268,50 euro (Fiat Store).

Jaguar I-Pace, la sicurezza al centro

I piccoli appassionati del Giaguaro possono contare su questo SUV dal formato “micro” (la lunghezza è infatti di 108 cm). La motorizzazione da 22 W assicura una velocità massima di 5 km/h. La batteria da 6 V/4,5 Ah garantisce invece un’autonomia fino a 60 minuti e richiede 8 ore per il rifornimento. Il “pieno” di energia si effettua con un caricatore da 6 V. Il peso è di 16,5 kg, mentre la portata è di 30 kg. Ciò rende il veicolo idoneo per bambini tra i 3 e gli 8 anni. In ogni caso, sul fronte della sicurezza, sono disponibili le cinture, così come il sistema di controllo da remoto per i genitori. Infine, le luci a LED, insieme all’impianto audio MP3, regalano un tocco “premium” al prodotto. Il costo è di 212,50 euro (piattaforma Ricco Toys).

BMW i8 Motorsport, l’instant classic in miniatura

La sportiva bavarese plug-in mantiene inalterate le caratteristiche della versione per gli adulti. A cominciare dagli sportelli a battente che rendono scenografico l’accesso al posto di guida. Pure la propulsione riprende l’architettura del modello originale: sono infatti presenti due unità (seppur totalmente elettriche) da 6 V. La velocità massima è di 4 km/h, mentre la batteria da 12 V regala un’autonomia compresa tra 1 e 2 ore. La ricarica si effettua invece in un intervallo di 8-12 ore. Il peso è contenuto in 12,5 kg grazie alla carrozzeria in plastica non tossica e il veicolo può trasportare bambini di età compresa tra 3 e 6 anni. In più, per incrementare la sensazione di guida di una BMW, il cruscotto implementa un’interfaccia MP3. Il prezzo di vendita consigliato è di 305 euro (BMW Shop).

Hyundai Mini EV 45, un amico in ospedale

Premessa: questa macchinina non si può acquistare, ma è stata donata dalla casa sudcoreana all’ospedale Sant Joan de Déu di Barcellona per un’iniziativa speciale. Il prototipo rientra infatti nel progetto “Little Big e-Motion” come ausilio per i piccoli pazienti durante la degenza, sfruttando le potenzialità offerte dall’intelligenza artificiale. In particolare, la tecnologia Emotion Adaptive Vehicle Control (EAVC) raccoglie dati sull’ambiente e sui parametri vitali del guidatore e della macchina. In seguito, grazie alla funzione di apprendimento automatico, li rielabora regolando per esempio l’illuminazione, la climatizzazione, la diffusione di profumi e di suoni nell’abitacolo.

Così i bambini possono percorrere in modo più piacevole il tragitto dal proprio letto alla sala operatoria, ritenuto tra i più stressanti all’interno della clinica. Inoltre, i due motori del concept permettono di raggiungere una velocità di 7 km/h. In questo modo, i bimbi possono muoversi tra i reparti sotto gli occhi attenti di infermieri e medici. Attraverso la sperimentazione presso l’ospedale spagnolo, Hyundai desidera perfezionare la tecnologia EAVC, sviluppata insieme al Media Lab del Massachusetts Institute of Technology (MIT). L’obiettivo è estenderne l’utilizzo sui futuri dispositivi per la mobilità, incrementando benessere e sicurezza del conducente.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Latest posts