Il video che smonta Ps5 per raccontare ogni dettaglio

Un interessante filmato ufficiale che racconta pezzo per pezzo tutto ciò che riguarda il design della console next-gen

design ps5
(Foto: Sony)

Interessante e succulento antipasto in vista dell’uscita di Ps5 con un video di cosiddetto tear-down ossia di smontaggio pezzo per pezzo della console così da addentrarsi in molti dettagli finora ancora non apprezzati appieno. Guidati (in giapponese, sottotitolato) da Yasuhiro Ootori, responsabile Sony del design meccanico della console, si parte dall’esterno della scocca fino a diversi componenti fondamentali della nuova Playstation.

Si parte inevitabilmente con le misure: 390 mm di altezza, 260 mm di larghezza e 104 mm di spessore, a superare anche il già abbondante ingombro di Ps4, ma che porta in dote una capacità di elaborazione molto più prestante e soprattutto una maggiore silenziosità quando in uso. La società giapponese ha lavorato molto in questa direzione, così come nel raffreddamento, che permette di aumentare la potenza senza mettere a repentaglio l’hardware.

[embedded content]

La base di Ps5 permette di piazzare la console in verticale attraverso una vite e si aggancia al lato quando orizzontale. Come vi abbiamo già anticipato, i pannelli laterali sono removibili facilmente sollevandoli e poi facendoli scorrere proprio come una sorta di cover, lasciando aperta l’ipotesi di una personalizzazione con alternative ufficiali o anche di terze parti. Una volta nuda, la Ps5 mostra la ventola principale da 120×45 mm che richiama aria da ambo i lati: per evitare di raccogliere troppa polvere ci sono due protezioni che fermano elementi esterni e che li possono espellere attraverso un foro per parte.

L’espansione di memoria è garantita dallo slot M.2 che può accogliere drive compatibili con lo standard Pcie 4.0 così da aumentare la capacità di archiviazione. Sembra piuttosto semplice rimuovere altri componenti come il lettore blu-ray (ricordiamo che c’è anche la versione sprovvista), l’ssd e persino il processore. Completano il quadro l’alimentazione da 350 watt e l’apprezzabile raffreddamento a metallo liquido posto tra SoC e dissipatore di calore, un sistema che ha richiesto due anni di lavoro a Sony.

L’impressione generale è che si sia progettata Ps5 anche per essere più facilmente riparabile con accesso facile ai componenti chiave senza che vengano incollati o saldati come spesso accade su dispositivi più piccoli come alcuni smartphone. Ecco i prezzi ufficiali di Ps5.

#bannerInRead {display:none !important;}

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Latest posts